varici nello stomaco. Sintomi, cause, trattamenti e diagnosi

Varici nello stomaco

Le varici nello stomaco sono vene sottomucose dilatate nello stomaco, e possono essere pericolose per la vita a causa di un´emorragia digestiva alta. Si trovano più comunemente in pazienti con ipertensione portale, o pressione elevata nel sistema della vena porta, cosa che può supporre una complicazione di cirrosi. Anche le varici gastriche possono apparire in pazienti con trombosi della vena splenica, dove le vene gastriche corte drenano il fondo del flusso dello stomaco. Quest´ultimo può essere dovuto a una complicazione della pancreatite acuta, cancro del pancreas, o altri tumori addominali.

Varici nello stomaco

Varici gastriche

I pazienti con emorragia per verici gastriche possono presentare vomito con sangue (ematemesi), feci scure e catramose o sanguinamento rettale.Il sanguinamento può essere leggero e a momenti i pazienti possono entrare in shock.

Il trattamento per le varici gastriche può essere un´iniezione nelle varici con colla di cianoacrilato, o un procedimento radiologico per diminuire la pressione nella vena porta, chiamato derivazione porto-sistemica intraepatica transgiugulare o TIPS. Anche il trattamento con octreotide intravenosa è utile per il flusso di derivazione del sangue fuori dalla circolazione dello stomaco. Esistono trattamenti più aggressivi compresi la splenectomia (o asportazione chirurgica della milza) o il trapianto del fegato possono essere necessari in alcuni casi.

Sintomi delle varici gastriche

Normalmente le varici nello stomaco non comportano nessun tipo di sintomo, nell´ipotetico caso che si verifichi una rottura della vena varicosa il paziente potrà presentare i seguenti sintomi:

  • Vomito con sangue
  • Feci catramose e scure
  • Sanguinamento rettale

Diagnosi delle varici nello stomaco

La diagnosi delle varici gastriche si realizza mediante un´endoscopia.

Cause dell´apparizione di varici nello stomaco

Alcune delle cause che possono provocare l´apparizione di varici nello stomaco possono essere:

  • Pressione arteriosa elevata
  • Cirrosi epatica
  • Alcune droghe come: azatioprina, metotrexato, arsenico tra le altre)
  • Malattia di Hodgkin
  • Tumore al pancreas
Varici nello stomaco

Trattamento delle varici nell´addome

Il trattamento iniziale dell´emorragia per varici gastriche si concentra nella rianimazione, allo stesso modo delle varici esofagee. Questo comprende la somministrazione di fluidi, prodotti ematici, e antibiotici.

I risultati delle due uniche sperimentazioni aleatorie che confrontavano la legatura della fascia con il cianocrilato suggeriscono che l´iniezione endoscopica di cianoacrilato, conosciuto come obliterazione variceale gastrica o GVO è superiore alla legatura con fascia nella prevenzione di nuove emorragie. Il cianoacrilato, che è una “super colla” spesso si mischia 1:1 con lipiodol per prevenire la polimerizzazione nell´ottica dell´endoscopia. Il GVO che si realizza generalmente è specializzato in centri terapeutici endoscopici. Le complicazioni includono la sepsi, l´embolizzazione della colla, e l´ostruzione della polimerizzazione nel lume dello stomaco.

Altre tecniche contro l´emorragia refrattaria comprendono:

  • Derivazioni transgiugulari intraepatiche portosistemiche (TIPS)
  • Cancellazione retrograda intravenosa del globo-occluso (BARTO)
  • Trapianto del fegato
  • Legature delle varici gastriche, anche se questa modalità sta decadendo
  • Tamponamento Intra-gastrico